Il cinghiale e il papà

La notizia la sapete, è di domenica scorsa.

E’ morto all’alba il cacciatore bambino

I commenti, come al solito, sono sempre più istruttivi della notizia.

Perché un bambino va a caccia? Io lo so. Io da bambino andavo a caccia.

Il compagno di mia madre era cacciatore, vivevamo in un paese di cacciatori e si andava a caccia. Tutto qui. Sei un bambino, nasci in un ambiente culturale e impari, vivi, senti quell’ambiente come il tuo. Non è una giustificazione, ovviamente. E’ solo la spiegazione.

6 Per mia fortuna, crescendo, ho avuto altre opportunità culturali, e ho evitato di andare in giro a sparare agli animali. Per mia fortuna, non ne ho ammazzato nessuno; mi bastano i ricordi che ho.

Però una cosa posso dirla: non serve nessuna legge per abolire la caccia. Nessuna legge lo impedirà mai, perché la caccia, come tante altre cose che fanno schifo, è cultura, e non s’è mai vista una legge che abroga istantaneamente una cultura, una tradizione, un mito. Quello che serve è abolire il patriarcato, dalla propria mente e dalle proprie abitudini. Per generazioni, cominciando prima possibile.

Altrimenti tanti altri Andrea continueranno a non avere altre possibilità se non seguire il proprio padre. Per diventare a loro volta un padre che non darà al proprio figlio più possibilità di quelle che ha avuto. Sempre che ci arrivi, a diventare padre.

Già pubblicato nel novembre 2012 su Femminismo a Sud.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: